Vinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo Slider

Obiettivo

Nessun gruppo di lavoro può essere efficace se l'obiettivo che deve raggiungere non è chiaro ed ampiamente condiviso dai suoi membri: questa è la condizione necessaria per il conseguimento dei risultati.


L'obiettivo non è un dato acquisito all'inizio del lavoro di gruppo per diverse ragioni: in primo luogo, perché ciascun individuo porterà con sé nel lavoro un insieme più o meno definito di competenze, stili di pensiero, aspettative personali, bisogni, ecc. ecc.; in secondo luogo, perché ciascun membro del gruppo tenderà a dare una interpretazione personale dell'obiettivo individuato ed assegnato mantenendola, anche in modo inconsapevole, il più tenacemente possibile.


Quindi, la descrizione accurata e l'interpretazione univoca dell'obiettivo stanno alla base del contratto che lega il gruppo.


La condivisione dell'obiettivo sancisce dunque un contratto psicologico ed operativo tra individuo e gruppo: condividere l'obiettivo significa impegnare il proprio sistema di competenze per raggiungerlo e per far funzionare al meglio il gruppo accettando i vincoli imposti dalla presenza e dai bisogni degli altri membri.


Sul piano della rappresentazione e dell'ideale, definire l'obiettivo di un gruppo significa altresì costruire una realtà futura, attualmente ignota ma possibile, sulla base di una realtà presente e nota. Concretamente significa avviare un'attività di confronto e negoziazione ma anche di ipotesi e di progetto.

In definitiva, l'obiettivo di lavoro efficace deve rispondere alle seguenti caratteristiche:

 

  • definito in termini di risultato;
  • costruito sui fatti, sui dati osservabili e sulle risorse disponibili;
  • finalizzato in modo esplicito;
  • chiarito ed articolato in compiti;
  • perseguibile;
  • valutabile.

 

Per la definizione dell'obiettivo occorre che il gruppo di lavoro acquisisca conoscenza riguardo agli individui (motivazioni, competenze, ruoli, valori) alla situazione (problema, compito, risorse, vincoli), all'organizzazione (struttura, cultura, strategia, mezzi).


In tal senso è il passato degli individui che deve essere contenuto nel presente e traguardato al futuro del gruppo.


Per il gruppo di lavoro IURE MRR la definizione dell'obiettivo si è rivelata più semplice del previsto in quanto i membri sono tutti avvocati e gran parte di essi si conoscono da diverso tempo e comunque da un tempo sufficiente a conoscere le rispettive competenze, le motivazioni ed i valori. D'altro canto, la situazione è stata ancora più agevolata dal fatto che tutti, da diverso tempo, sentivano l'esigenza di lavorare in gruppo, di organizzare meglio il lavoro, di razionalizzare le risorse per superare la sgradevole sensazione di isolamento che in qualche modo è connaturata alla professione di avvocato.


Vi è da aggiungere che la gran parte dei membri svolgevano già il lavoro "insieme", certo non organizzato e finalizzato al'interesse del gruppo ma comunque un lavoro che li ha visti, spazialmente e temporalmente, appunto, insieme.


Pur tuttavia, il gruppo ha dedicato una apposita riunione alla verifica dell'obiettivo e precisamente la riunione del 25.2.2011, nel corso della quale ciascuno dei membri ha enunciato il proprio concetto di obiettivo che, dopo ampia discussione e negoziazione, è stato definito come segue:

"creare una struttura organizzata, efficiente, in grado di poter fornire servizi professionali legali di qualità e nel contempo capace di far crescere i membri del gruppo".

La definizione dell'obiettivo è la prima competenza distintiva del gruppo di lavoro ma è chiaro che l'obiettivo non può essere inteso in modo rigido; l'obiettivo definito potrebbe infatti non essere definitivo, nel senso che nel corso degli eventi si potrebbe determinare la necessità di un aggiornamento o di una modificazione in ragione dei cambiamenti e degli sviluppi del gruppo.


E' nella definizione dell'obiettivo che ci si confronta con la possibilità e, successivamente, con la necessità di adottare modi di pensare e di scambiare che trascendano i confini individuali di ciascuno e che impongano l'idea di essere insieme come potenzialità sovraindividuale.


In tal senso la definizione dell'obiettivo è direttamente e strettamente correlata con almeno due aspetti chiave dello sviluppo del gruppo di lavoro:

 

  • la dinamica
  • bisogno
  • aspettative
  • motivazione dei membri;
  • il formarsi del sentimento di appartenenza nel gruppo.
Ci Occupiamo di diritto
  • civile
  • commerciale
  • societario
  • fallimentare
 
  • finanziario
  • del lavoro
  • previdenza sociale
  • responsabilità civile
 
  • penale
  • amministrativo
  • tributario
  • dello sport
Economia e legge, un rapporto consapevole

"La conoscenza delle leggi risulta, oggi, decisiva anche per la redditività aziendale". Fabio Messi, partendo da questo presupposto, sostiene la necessità di costruire sinergicamente un rapporto, costante, tra legale e impresa. - Andrea Mascariello -

E' fondamentale far sì che l'impresa si impegni a conoscere e approfondire le leggi e gli orientamenti giurisprudenziali che regolano un determinato settore di azione. Si tratta di un dettame indotto dalla sempre più crescente complessità della realtà economica.

 

Leggi tutto...